💥​  BANKSY    25%OFF  💥 | Sale: ALL BANKSY Ends: 20 July 

💥​  BANKSY    25%OFF  💥 | Sale: ALL BANKSY Ends: 20 July 

Account
La provocazione di Banksy: sfida al concetto di valore nell'Arte contemporanea
06/10/2023

La provocazione di Banksy: sfida al concetto di valore nell'Arte contemporanea

Qual è il valore dell'arte oggi?

Oggi vogliamo parlare di un tema molto attuale nel mondo dell'arte, ovvero il concetto di valore dell'opera d'arte. Questo argomento non interessa però solamente l'arco di tempo più strettamente contemporaneo, bensì si tratta di un vero e proprio dilemma intorno al quale si arrovellano da centinaia di anni critici, curatori, galleristi e artisti stessi, ognuno combattendo con le armi che ha a disposizione. Oggi portiamo un caso piuttosto peculiare.

 

Nel 2007, il noto artista britannico Banksy ha orchestrato un esperimento sociale nell'effervescente mondo dell'arte contemporanea che ha sconvolto le convenzioni e sollevato interrogativi importanti sul valore dell'arte stessa. Attraverso una vendita di opere d'arte originali a New York, Banksy ha dimostrato in modo eclatante quanto l'arte sia soggettiva e imprevedibile.

 

La Rivoluzione dell'Arte a $60

Nel 2007, Banksy ha messo in vendita alcune delle sue opere originali a Central Park, New York. La peculiarità? Il prezzo di vendita era ridicolmente basso, solo $60 ciascuna, ovvero solo 44 euro circa. Per un artista di fama internazionale come Banksy, noto per vendere opere d'arte a prezzi astronomici, questa iniziativa era audace e provocatoria. Ma c'era un motivo.

 

A fare da mercante è stato un signore, che dalla mattina alle 11:15 fino alle 18 del pomeriggio, è rimasto a disposizione dei passanti, potenziali acquirenti, con una bancarella fornite di piccole tele originali di Banksy. Durante l'arto della giornata gli acquirenti sono stati, a quanto sembra, solamente tre: un'anziana signora che ha preso un paio di tele per i suoi familiari, una turista e un signore che aveva come interesse quello di modernizzare l'aspetto delle mura di casa. 

 

L'Esperimento Sociale

Banksy voleva dimostrare che il valore dell'arte è spesso soggettivo e influenzato dalla percezione collettiva. Durante questa vendita, le persone hanno acquistato le opere senza sapere che fossero degli originali, quindi ignare del loro valore intrinseco. Questo esperimento metteva in luce la contraddizione tra il valore attribuito alle opere d'arte dall'industria dell'arte e il loro valore intrinseco come espressioni creative, colori disposti e organizzati su un supporto di tela.

 

Oggi queste stesse opere vengono scambiate per centinaia di migliaia di dollari sul mercato dell'arte. Questo paradosso solleva interrogativi sul ruolo degli intermediari e dei valutatori dell'arte, che spesso e volentieri vanno ad influenzare il prezzo di un'opera.

 

Il Messaggio Duraturo di Banksy

L'esperimento di Banksy continua a ispirare discussioni sull'arte e il suo valore. Ha dimostrato che il significato e il valore dell'arte possono essere soggettivi e mutevoli, dipendendo dalla sua storia e dalla percezione del pubblico. Banksy ha sfidato - e continua tutt'altro che pedissequamente a fare - le norme tradizionali dell'arte, dimostrando che il suo messaggio artistico può essere accessibile a tutti, nonostante le valutazioni monetarie. 

 

E voi che ne pensate? Chi stabilisce il valore di un'opera d'arte? E che differenza c'è tra il valore di un'opera e il prezzo che le viene associato sul mercato?

0 %